shutterstock_687432505 copia

Come agganciare il seggiolino auto: la guida completa

Tutto quello che bisogna sapere per il corretto fissaggio del seggiolino in auto

Come agganciare il seggiolino auto: la guida completa

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su twitter
Condividi su email
shutterstock_687432505 copia
Tutto quello che bisogna sapere per il corretto fissaggio del seggiolino in auto
Indice

Agganciare il seggiolino auto è un’operazione semplice, ma deve essere svolta con una certa accuratezza per evitare rischi. Dovrai seguire i procedimenti di aggancio passo per passo e prestando la dovuta attenzione. Bisogna, inoltre, tenere presente che il procedimento può variare in base al sistema di ritenuta della tua vettura e alla tipologia di seggiolino.

In questo articolo vedremo la guida completa su come agganciare il seggiolino auto.

 

Cosa dice la normativa sui sistemi di aggancio del seggiolino auto?

Per poter fissare correttamente il seggiolino auto è necessario che l’autovettura sia dotata di cinture di sicurezza omologate oppure che siano presenti gli agganci ISOFIX. Questi ultimi sono utilizzati per ancorare perfettamente il seggiolino al sedile.

In merito a questi sistemi di ritenuta sono stati redatti due regolamenti europei attualmente in vigore:

  • il Regolamento ECE R14
  • il Regolamento ECE R16

Vediamoli ora nel dettaglio.

 

Regolamento ECE R14

Il Regolamento ECE R14 ha come oggetto le “Disposizioni uniformi relative all’omologazione dei veicoli per quanto riguarda gli ancoraggi delle cinture di sicurezza, i sistemi di ancoraggio ISOFIX, gli ancoraggi delle imbracature superiori ISOFIX e i posti a sedere i-Size”.

Lo scopo principale di questa norma è la regolamentazione degli ancoraggi per le cinture di sicurezza. Essi, infatti, devono necessariamente soddisfare dei requisiti specifici per essere idonei.

Gli ancoraggi per le cinture di sicurezza devono:

  • permettere l’installazione di un’adeguata cintura di sicurezza. In particolare, gli ancoraggi delle cinture dei sedili anteriori devono consentire il montaggio di cinture di sicurezza con riavvolgitore e rinvio;
  • ridurre al minimo il rischio di scivolamento della cintura nel momento in cui quest’ultima è indossata correttamente;
  • ridurre al minimo i rischi di danneggiamento della cintura dovuti al contatto con parti rigide affilate della struttura del veicolo o del sedile.

Viene, inoltre, sancito che: “i sistemi di ancoraggio ISOFIX, gli ancoraggi dell’imbracatura superiore nonché la superficie di contatto del pavimento del veicolo dei posti a sedere i-Size devono consentire al veicolo, in condizioni di uso normale, di soddisfare le condizioni del regolamento.”.

Il Regolamento ECE R14 ha lo scopo di garantire un corretto posizionamento e un’adeguata resistenza dei punti di ancoraggio delle cinture di sicurezza e dei fissaggi ISOFIX per i seggiolini auto dei bambini. Vengono, anche, definiti i posti a sedere del veicolo omologati i-Size.

 

Regolamento ECE R16

Il Regolamento ECE R16 riguarda le “Disposizioni uniformi relative all’omologazione di:

  • cinture di sicurezza, sistemi di ritenuta, sistemi di ritenuta per bambini e sistemi di ritenuta per bambini ISOFIX per gli occupanti dei veicoli a motore;
  1. veicoli muniti di cinture di sicurezza, cicalino cinture di sicurezza, sistemi di ritenuta, sistemi di ritenuta per bambini e sistemi di ritenuta per bambini ISOFIX”.

La norma definisce le caratteristiche da rispettare e i test da superare da parte delle cinture di sicurezza dei veicoli allo scopo di garantire un adeguamento trattenimento degli occupanti in caso d’incidente. 

All’interno sono, anche, specificate le condizioni per garantire il corretto montaggio dei seggiolini auto per bambini sia con le cinture del veicolo, sia con l’utilizzo di ancoraggi ISOFIX.

Per scoprire di più sulle norme da rispettare quando si viaggia con bimbi in auto, leggi la nostra guida completa.

 

shutterstock 1465328630


Quali sono le diverse tipologie di sistemi di aggancio e come funzionano?

Esistono due tipologie di sistemi di aggancio per seggiolini auto: le cinture di sicurezza del veicolo e il sistema ISOFIX. Questi due sistemi possono essere utilizzati singolarmente o insieme a seconda della tipologia di seggiolino auto e del tuo veicolo.

 

Cinture di sicurezza dell’auto

La cintura di sicurezza è un “sistema costituito da cinghie, da una fibbia di chiusura, da dispositivi di regolazione e da elementi di fissaggio, che può essere ancora all’interno di un veicolo a motore ed è concepito in modo da ridurre il rischio di lesioni per l’utilizzatore in caso di collisione o improvvisa decelerazione del veicolo, limitando la possibilità di movimento del corpo dell’utilizzatore”.

In base alle loro specifiche tecniche le cinture di sicurezza a norma di legge sono classificate come:

  • a 2 punti di ancoraggio (cintura subaddominale);
  • a 2 punti di ancoraggio (cintura diagonale);
  • a 3 punti di ancoraggio;
  • a 4 punti di ancoraggio.

 

tipologia cinture di sicurezza 1

Per legge ogni cintura deve aver applicata un’etichetta di omologazione che riporti alcune informazioni obbligatorie previste dalla normativa.

In primo luogo deve riportare il simbolo della “E” cerchiata. Questo simbolo significa che quella cintura è conforme al regolamento ECE R16 e che, quindi, rispetta i criteri necessari per l’omologazione.

Tra le altre specifiche che devono essere riportate su questa etichetta abbiamo:

  • il numero identificativo della nazione di omologazione (per l’Italia E3);
  • il numero di omologazione della Comunità Europea
  • l’indicazione del luogo effettivo dove è avvenuta la fabbricazione di quella cintura.

Sull’etichetta di omologazione è presente un’ulteriore sigla alfanumerica (che può variare leggermente in base al Paese). Questa sigla descrive la tipologia di cintura: A, cintura a 3 punti; B, cintura a 2 punti subaddominale e S, cintura di tipo speciale. Dopo questa lettera avremmo anche dei caratteri tra questi: 

  • “e”, presenza di un dispositivo per l’assorbimento dell’energia;
  • “r”, presenza di un riavvolgitore;
  • “p”, presenza di un pretensionatore;
  • “t”, presenza di un riavvolgitore con dispositivo di riduzione della tensione integrato.
shutterstock 237885814


Sistema ISOFIX: cos’è e come funziona?

La seconda tipologia di sistema di aggancio che può essere utilizzata per fissare un seggiolino auto è il sistema ISOFIX.

Il sistema ISOFIX è un sistema di aggancio internazionale che non prevede l’utilizzo delle cinture di sicurezza del veicolo per installare il seggiolino auto. Esso, infatti, utilizza appositi ganci presenti sul sistema di ritenuta del veicolo che permettono di agganciare il seggiolino direttamente al sedile dell’auto.

Il sistema ISOFIX è stato introdotto nel 2004 e dal 2006 è diventato obbligatorio per tutte le autovetture prodotte a partire da quell’anno.

L’aggancio ISOFIX è composta da:

  • due anelli rettangolari in acciaio sulla giunzione dello schienale e della seduta dell’auto ad una distanza tra loro di 280 mm;
  • due connettori universali collocati sulla base del seggiolino (simili a delle pinze ad apertura comandata che si agganciano agli anelli presenti sul sedile);
  • terzo punto di ancoraggio (detto antiribaltamento) che può essere un piede di supporto (support leg) o una cinghia di stabilizzazione (top tether).

 


Tipologie di seggiolini e compatibilità con le auto

La tipologia di omologazione del seggiolino auto stabilisce se esso potrà essere installato sulla maggior parte dei sedili (universale) oppure no (semi-universale).

Vediamo ora le diverse tipologie nel dettaglio.

 

Seggiolini auto omologati ECE R44/04

ISOFIX Universale

In questo caso il seggiolino può essere utilizzato su tutte le vetture che dispongono del sistema di aggancio ISOFIX. Sono universali in quanto i seggiolini di questa tipologia sono dotati della cinghia di stabilizzazione.

La cinghia di stabilizzazione è posizionata sullo schienale del seggiolino e si fissa al terzo punto di ancoraggio presente sullo schienale del sedile posteriore, all’interno del bagagliaio oppure sul soffitto della vettura.

 

ISOFIX Semi-Universale

I seggiolini di questa tipologia sono dotati, come terzo punto di ancoraggio, del piede di supporto. Esso deve essere fissato perpendicolarmente al fondo della vettura tra il sedile anteriore e quello posteriore.

La possibilità di installare questo supporto potrebbe non essere possibile in caso in cui siano presenti degli accessori (come vani portaoggetti) oppure a causa di una distanza inadeguata tra i sedili. Per queste motivazione il sistema è definito semi-universale.

 


Seggiolini omologati ECE R129 i-Size

Questa tipologia di seggiolino può essere montato su qualunque autovettura omologata i-Size.

Ormai quasi tutte le case automobilistiche si sono adeguate alla legge e le nuove autovetture sono dotate di sedili omologati i-Size.

 

Dove bisogna posizionare il seggiolino auto?

Dopo aver verificato la compatibilità del seggiolino con il tuo veicolo, il prossimo passo è decidere su quale sedile installarlo per poi, successivamente, fissarlo con le cinture di sicurezza o con il sistema ISOFIX.

È bene conoscere la posizione più sicura dove posizionare il seggiolino per poter decidere in modo più consapevole dove agganciarlo.

 

Posizione 1 - sedile posteriore centrale

Il sedile posteriore centrale è il punto più sicuro dove sistemare il seggiolino siccome è alla massima distanza possibile da ogni probabile impatto.

Sfortunatamente, non tutte le autovetture sono dotate delle caratteristiche necessarie per l’installazione del seggiolino (come cinture a tre punti o agganci ISOFIX) su questa tipologia di sedile.

 

Posizione 2 - sedile posteriore lato passeggero

Nel caso in cui il sedile posteriore centrale non abbia i requisiti necessari per fissare il seggiolino auto, è consigliato posizionarlo sul sedile posteriore destro. Questa posizione è anche la più agevole, in quanto solitamente è il lato che volge verso il marciapiede quando si parcheggia.

Nel caso in cui il seggiolino non venga posizionato sul sedile posteriore centrale, è buona norma bloccare l’apertura della portiera tramite l’apposita “sicura bimbi” presente sulla maggior parte dei veicoli.

 

Posizione 3 - sedile posteriore lato guidatore

In alternativa, al sedile posteriore centrale e destro, è possibile posizionare il seggiolino sul sedile posteriore sinistro. Questo posizionamento è sempre più indicato rispetto al sedile anteriore lato passeggero in quanto quest’ultimo è più esposto in caso di incidenti frontali.

 

Posizione 4 - sedile anteriore lato passeggero

In mancanza di altre alternative, si può optare per il posizionamento del seggiolino auto sul sedile anteriore lato passeggero. In questo caso ci sono ulteriori accorgimenti a cui dover prestare attenzione:

  • in caso di seggiolini posizionati in senso contrario rispetto al verso di marcia, bisogna sempre disattivare l’airbag frontale dell’auto (in caso di impatto rischierebbe di schiacciare il bambino collocato nel seggiolino);
  • in caso di seggiolini posizionati nello stesso verso della marcia, l’airbag può rimanere attivo, ma il sedile deve essere arretrato il più possibile.

In ogni caso, è sempre bene verificare le disposizioni contenute nel manuale d’uso del proprio veicolo. Esse possono essere differente in base all’automobile.

 

shutterstock 465885815


Come trasportare in auto più bambini insieme?

Se dovessi avere la necessità di trasportare due o tre bambini contemporaneamente e non hai la possibilità di installare tre seggiolini auto sui sedili posteriori, è preferibile disporli nel seguente modo:

  • i neonati sempre nel sedile posteriore centrale o posteriore lato passeggero;
  • i bambini più piccoli nella posizione posteriore lato guidatore;
  • il bambino più grande nella posizione del passeggero anteriore in quanto potrà viaggiare nel senso di marcia del veicolo.

 

Car seat progression Britax blvd ARB spark 1000x600 crop center copia


Come agganciare il seggiolino auto all’interno della vettura?

Prima di procedere all’installazione del seggiolino auto è necessario valutare se la tua auto abbia o meno gli attacchi ISOFIX e se sui posti a sedere interessati dall’aggancio siano presenti le cinture di sicurezza.

Una volta verificate queste caratteristiche è possibile procedere al fissaggio. Vediamo ora le principali modalità per agganciare il seggiolino auto.

 

Seggiolino auto installato solo con le cinture di sicurezza dell’auto

Questo tipo di ancoraggio è attualmente previsto solo per i seggiolini omologati ECE R44/04.

Questa tipologia di seggiolini prevede il fissaggio attraverso solo ed esclusivamente le cinture di sicurezza dell’autovettura.

I seggiolini del Gruppo 0, 0+ e 1 prevedono, inoltre, delle cinture di sicurezza integrate per assicurare il bambino al seggiolino stesso (o navicella nel caso del Gruppo 0).

Per i Gruppi 2 e 3, invece, la cintura di sicurezza dell’auto viene impiegata sia per bloccare il seggiolino sia per assicurare il bambino.

La cintura di sicurezza deve passare nelle guide rosse presenti sul seggiolino.

Per essere allacciata correttamente, la cintura dell’auto deve passare sulle cosce del bambino e sulla spalla in diagonale, ma non deve toccare il collo. Regolane, quindi, la lunghezza o acquista un adattatore in caso di necessità.

 

Seggiolino auto installato con le cinture di sicurezza e con una base

Questo tipo di ancoraggio è attualmente previsto solo per i seggiolini omologati ECE R44/04.

Con questa modalità di fissaggio il sistema di ritenuta è agganciato ad una base auto. La base auto può essere venduta come accessorio opzionale oppure essere di serie. La base auto viene ancorata al sedile attraverso le cinture di sicurezza.

La base auto è solitamente prevista per i Gruppi 0+ e 1.

Sono in commercio anche delle basi auto che si installano sul sedile sempre attraverso le cinture di sicurezza, ma che sono dotate anche di piedi di supporto. In questo caso questo sistema di ritenuta è omologato come semi-universale.

 

00. header 3


Seggiolino installato su base auto ISOFIX con piede di supporto

In questa tipologia la base auto è fissata al sedile mediante gli attacchi ISOFIX. Inoltre, il seggiolino viene ancorato anche con un terzo punto anti-ribaltamento (il piede di supporto) che si fissa al pavimento del veicolo.

Questa tipologia di fissaggio è disponibile:

  • per i seggiolini omologati ECE R44/04 appartenenti ai Gruppi 0+ e 1;
  • per i seggiolini omologati ECE R129 i-Size (prima fase) per i bambini dalla nascita fino a 105 cm.

Utilizzando il sistema ISOFIX è bene controllare che si veda un simbolo di colore verde a conferma del corretto aggancio.

 

Seggiolino auto installato con sistema ISOFIX e Top Tether

Anche in questa tipologia, il seggiolino auto viene fissato al sedile del veicolo attraverso gli attacchi ISOFIX. Il terzo punto di fissaggio anti-ribaltamento è, però, il Top Tether.

Anche questa tipologia di fissaggio è disponibile:

  • per i seggiolini omologati ECE R44/04 appartenenti ai Gruppi 0+ e 1;
  • per i seggiolini omologati ECE R129 i-Size (prima fase) per i bambini dalla nascita fino a 105 cm.

 

Seggiolino auto installato con ganci ISOFIX e cinture di sicurezza dell’auto

Un ultimo modo per installare il seggiolino auto è utilizzare gli attacchi ISOFIX per fissare al sedile il sistema di ritenuta e le cinture di sicurezza dell’auto per assicurare il bambino e contemporaneamente bloccare il seggiolino contro eventuali rotazioni.

Questa tipologia di aggancio non è un sistema omologato ISOFIX, ma si tratta di un sistema semi-universale chiamato “sistema FIX”. È sempre ovviamente a norma.

La modalità descritta riguarda:

  • i seggiolini ECE R44/04 del Gruppo 2 e 3
  • i seggiolini auto ECE R129 i-Size seconda fase (per bambini da 100 a 150 cm).

 

shutterstock 1122401831


Cose da fare prima di montare un seggiolino auto

Ecco una lista dei passaggi da eseguire prima di procedere all’installazione del seggiolino auto:

  1. Leggi le istruzioni di montaggio;
  2. Controlla il manuale di istruzioni della tua auto in modo da verificare la presenza di ulteriori sistemi di ancoraggio per il seggiolino;
  3. Decidi il sedile migliore su cui posizionare il seggiolino;
  4. Dopo aver posizionato il sistema di sicurezza sull’auto, verificane la stabilità provando a muoverlo avanti e indietro (se avrai effettuato il posizionamento corretto, il movimento dovrebbe essere ridottissimo in ogni direzione di movimento);

Al momento di posizionare il bambino all’interno del seggiolino, togli tutti i vestiti troppo ingombranti (l’imbottitura dei vestiti invernali potrebbe porre il bambino in una posizione non corretta e avere conseguenti gravi in caso di impatto), procedi poi agganciando le cinture di sicurezza. Assicurati che le cinture siano dritte e che non presentino nodi o torsioni.

Ricordati, inoltre, di munirti di un dispositivo anti-abbandono. Oltre ad essere diventato obbligatorio per legge da marzo 2020, questo dispositivo ti aiuterà a prevenire il rischio di lasciare i bambini in auto sotto al sole, qualora si verificasse un episodio di amnesia dissociativa.

Ti piace quello che stai leggendo? Condividilo con chi vuoi!
shutterstock_687432505 copia

Come agganciare il seggiolino auto: la guida completa

Condividi su

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su twitter
Condividi su email

Lascia un commento

logo tata white by filo
Il cuscino anti-abbandono
fatto da genitori per genitori
Lingua
Lingua

Privacy Policy – © 2020 Filo Srl – All rights reserved Filo Srl – Via Marsala 29 H/I, 00185 Rome (RM) – Italy P.IVA/CF:13008741004 – REA: RM – 1417094 – S.C. € 18.178,83